Traslate :

Le opportunità per le imprese italiane sui mercati esteri nel periodo 2012 - 2014

Il rapporto 2012 - 2014 sull’evoluzione del commercio con l’estero per aree e settori, elaborato dall’ICE con la collaborazione di Prometeia, inizia con la frase “Ibis redibis non morieris in bello” , il responso dato dalla sibilla a un soldato in partenza per la guerra.

Questa frase è volutamente ambigua, infatti, a seconda della punteggiatura prevede un ritorno al tempio (Qui tornerai, non morirai in guerra) o un addio (Qui tornerai non, morirai in guerra).

Analogamente senza punti fermi sembrerebbe oggi la posizione di chi, davanti a una congiuntura incerta, e condizionata non poco dalla situazione di quello che una volta era il centro del mondo classico, voglia leggere le prospettive del commercio estero e in particolare delle esportazioni italiane.

Il documento consente, tra l’altro, di conoscere l’anali per le seguenti aree :
  • importazioni dei paesi dell’Europa occidentale,
  • importazioni dei nuovi paesi ue,
  • le importazioni dei paesi del resto Europa, 
  • importazioni dei paesi del nord Africa e medio oriente,
  • importazioni dei paesi NAFTA, 
  • importazioni dei paesi dell’America Latina, 
  • importazioni dei paesi dell’Asia, 
  • importazioni dei paesi dell’Oceania e Sud Africa.

Nessun commento:

Posta un commento